Piove…Comune ladro!!

qqweqwe

Come ogni anno, il comune di Posada ha assunto un gruppo di ragazzi per farli lavorare nei parcheggi delle sue cinque spiagge. I lavoratori si dividono in due gruppi: quelli che lavorano il mese di luglio e quelli che lavorano ad agosto; quest’anno il comune ha fatto iniziare il lavoro il 29 giugno senza pensare che iniziando prima finisci prima perché il contratto prevede 30 giorni lavorativi. Dopo i due mesi lavorativi l’amministrazione comunale rende noto l’incasso totale che supera quello dell’anno precedente del 18%, ma naturalmente hanno la furbizia di non separare i soldi degli stipendi dal profitto e così tutti i 70000 euro vanno nel bilancio comunale, fregandosene dei lavoratori,la maggior parte studenti. Il colpo da maestro è arrivato qualche giorno fa, quando il comune, dopo più di 2 settimane senza vedere 1 euro da parte dei ragazzi del gruppo di agosto,fa una delibera dove si comunica che una parte dei lavoratori del mese di agosto non hanno fatto i 30 giorni lavorativi e che quindi gli verranno sottratti 50 euro dal loro stipendio. Il comune si attacca al fatto che una decina di persone non hanno lavorato il 31 agosto e hanno recato un danno alle casse del comune. Però si sono dimenticati che hanno fatto iniziare i lavori il 29 giugno e il secondo gruppo di ragazzi ha iniziato a lavorare il 31 luglio e ha terminato il 30 agosto facendo così più dei 30 giorni richiesti. Una volta contestato il totale dei giorni lavorativi, il comune ha tirato fuori un’altra scusa: hanno affermato che i giorni in cui ha piovuto non risultano giorni lavorativi. Il caso non è ancora finito e i soldi per il mese di agosto non stati ancora versati, ma se siete dipendenti del comune di Posada speriate che non piova altrimenti vi toccherà lavorare sempre di più.

Annunci